venerdì 18 gennaio 2013

Confettura di kumquat (mandarino cinese)



Ieri, al Iper Coop, ho trovato in offerta dei bei mandarini cinesi. Mi stuzzicava molto l'idea di avere nella mia dispensa almeno un barattolino di confettura di questo simpatico frutto, cosi ne ho comprato un kg. Non vedevo ora di arrivare a casa per mettermi a lavoro!



INGREDIENTI :

1 kg kumquat
300 ml acqua
500 g zucchero (metà semolato, metà di canna)
5 cucchiai abbondanti di miele di acacia
2 stecche di cannella


Volete sapere come mai miele e cannella? Io sono un amante delle tisane, infusi e cosi via...Un mese fà ,alla caccia di tisane per la linea,ho scoperto una tisana drenante che tra i gli ingredienti ha cannella e scorze di arancia. E come, di solito uso come dolcificante il miele, mi sono trovata nella tazza dei profumi da far' perdere la testa!
Mi ha letteralmente conquistata...E, adesso, vado di fretta a preparare la mia pozione magica!

Dopo aver tenuto i mandarini per tutta la notte nell'acqua fredda ( cambiata anche due volte! ) mi preparo moralmente e sopratutto fisicamente a togliere tutti ( o quasi! ) semi dei kumquat per poi affettarli.
Non guardate i semi rimasti, sono solamente una piccolissima parte di ciò che era dentro questo simpatico-strano frutto!
In una pentola preparo un sciroppo con acqua, zucchero e miele.
Faccio ristringere finché vela il cucchiaio ( 1/2 h) .Solo a questo punto aggiungo i kumquat e le stecche di cannella.
Continuo la cottura a fiamma bassa finché addensa.
Se avessi messo dal inizio il frutto insieme allo zucchero mi sarei trovata una marmellata di frutta spappolata...
Invece, mettendola nel sciroppo non fa altro ché cuocere preservando la sua forma, come se fosse candita.
Ancora bollente e abbastanza liquida, ma raffreddandosi diventa una bella confettura soda. Ricordatevi di togliere le stecche di cannella e di sterilizzare i barattoli ( 15 min, dal ebollizione ).
Dopo qualche mese di conservazione e ancora più buona.


Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento